Gelato al caffè

gelato al caffè

Questo settembre dalle temperature ancora estive,ci sta regalando delle bellissime giornate da vivere ancora all’aria aperta.
Nelle ore centrali della giornata fa quasi fin troppo caldo per essere ormai metà settembre,però è piacevole approfittare di queste temperature per stare all’aperto.
Questa non si può dire che sia stata per me,un’estate gelata…lo scorso anno ero diventata una gelato dipendente,complice sicuramente la nuova gelatiera arrivata in casa.
Quest’estate invece ho sperimentato poco,in verità di gelati ne ho mangiati davvero pochi,così ora che le temperature lo permettono,ho deciso che non è ancora ora di mettere la gelatiera in cantina ed ho preparato questo buonissimo e golosissimo gelato al caffè.
Read more

Torta rustica noci e caffè

torta noci e caffè

Ed ecco che è arrivato anche venerdì,quale modo migliore per iniziare il week-end se non sfornando una torta soffice,golosa e rustica?
In questo periodo amo ritrovarmi davanti al focolare e gustare a pieno lo scorrere lento del tempo.
Sarà l’avvicinarsi del Natale o forse la grande stanchezza dopo mesi che non mi fermo,ma sempre più spesso mi ritrovo a ricercare quel calore che solo tra le mura di casa so che posso sempre trovare.
Addolciamo quindi queste fredde e umide giornate con quest torta in cui gli ingredienti buoni,genuini e spesso raccolti con le mie mani,la fanno da padrone.

 

Read more

Torta Otello di Ernest Knam

Otello

Ecco che il primo round delle mie vacanze estive è terminato….
Pochi giorni lontana da casa (in verità nemmeno troppo lontana..)giornate vissute a pieno,giornate in cui la sera sentivi il calore del sole sulla pelle,giornate ricche di risate,giornate di sabbia che scotta sotto i piedi,giornate dense di aperitivi ma soprattutto occhi pieni di tanta bellezza.
Mai avrei pensato che a solo 3 ore di macchina da casa potesse esistere un posto così incantevole.
Ma di questo poi vi parlerò…
Oggi quindi per riprendere partiamo con un dolce,non un dolce qualunque ma una vera bontà per il palato.
La ricetta originale è quella del grande maestro Ernest Knam,io ho fatto fede a tutti i consigli della bravissima Enrica e l’ho leggermente rivisitata non avendo a disposizione le amarene sciroppate ma solo la mia marmellata di amarene.
Buona,davvero buonissima anche rivisitata…
Read more

Torta 7 vasetti al caffè

sette vasetti caffè
Esattamente tre anni fa,alle 4:02 del mattino del 20 maggio, il primo dei terremoti che hanno stravolto migliaia di vite con crepe profonde nelle chiese , nelle case, nei palazzi, nelle fabbriche, nei negozi e nelle anime.
Tutto che sembrava mi cadesse addosso, non capire mentre stavo dormendo cosa stesse accadendo e poi capire,al freddo fuori casa, di essere stata fortunata.
Alcune cose rotte per me. Per altri tante case rotte.
Cercare di chiamare ma i telefoni che non andavano,sperare che le persone che conosci stessero tutte bene.
E poi il pensiero e l’angoscia dopo aver compreso la gravità di quello che era accaduto.
Quella notte fu la prima di tante, in cui pensare di appoggiarsi nel letto e cedere alla stanchezza,era impossibile.
Ad ogni minimo rumore di un aereo,di un camion o una macchina che passava,il cuore ti saliva in gola e restavi paralizzato dalla paura,paura che tutto tremasse di nuovo,paura di non avere le forze per scappare,paura che tutto ti potesse crollare addosso senza poter far nulla.
Il 29 maggio altre scosse devastanti in un’area ancora più vasta. Ricordo ancora molto bene tutti i dettagli di quei giorni, la sensazione che girasse la testa, il vuoto, l’impotenza, le parole di conforto, le domande esistenziali, la vicinanza, i problemi, la sensazione che quelle scosse non sarebbero mai finite e nulla sarebbe mai stato come prima.
Ricordo le notti passate a “sonnecchiare” sul divano con di fianco a me lo zaino con un cambio pronto e le scarpe da ginnastica sempre ai piedi anzichè avere le ciabatte.
Sono ricordi che ancora oggi fanno male,bruciano al ricordo dell’impotenza di far qualcosa in quei giorni.
Si sa,le anime, proprio come le chiese antiche, impiegano più tempo a sistemare i danni.
Oggi però per fortuna tutto ciò è solo un ricordo…è bello sapere e vedere che tante persone stanno finalmente rientrando nelle loro case,stanno riaprendo i loro negozi e tutto sta pian piano tornando alla normalità.
All’Emilia e agli emiliani oggi quindi dedico questa torta speciale..una semplicissima sette vasetti con yogurt al caffè.

Read more