Torta sfoglia

torta millefoglie

Ci sono quelle ricette che ti entrano dentro ed ogni volta che le fai o le assaggi,anche a distanza di anni,sono sempre un pugno al cuore.
Per me lo è questa ricetta.
Questa torta fa parte delle tradizioni della mia famiglia,dei miei ricordi d’infanzia perché è la classica torta che faceva sempre la mia nonna ogni volta che andavamo a pranzo da lei per le grandi occasioni.
Ho tantissimi ricordi legati a questa torta fin da quando ero bambina.
E proprio come se l’avessi mangiata l’ultima volta giusto ieri, ricordo anche quanto non mi piaceva mangiare i savoiardi imbevuti di Sassolino.
Ricordo che ho mangiato talmente tante volte questa torta che alla fine era arrivata addirittura a non piacermi più.
Qualche settimana fa quando l’azienda Forno Bonomi mi ha inviato un pacco di loro prodotti ed ho visto tutto l’occorrente per preparare questa torta,mi sono subito messa all’opera per cercare di rivisitarla ricordando cosa non mi piaceva quando la mangiavo da piccolina.
Forno Bonomi è una realtà che nasce a metà dell’800 quando la Famiglia Bonomi aprì il primo forno in un paese della provincia di Verona.
Negli anni l’azienda si è evoluta ed oggi Forno Bonomi è un’azienda moderna,prima produttrice a livello globale di Savoiardi e che vende i suoi prodotti in tutto il mondo.
Tornando alla torta,una volta tolto quindi il Sassolino che ho sostituito con il latte ed aggiunte le fragole,ecco che ho preparato una torta molto molto simile a quella della mia nonna ma adatta anche ai bambini.
L’emozione poi  di portarla sulla tavola è stata davvero forte:quando l’ho tolta dal frigorifero e sia mio padre che mia sorella l’hanno vista ed insieme hanno esclamato “la torta della nonna!”,beh ecco io mi sono proprio commossa.
Perchè alle volte non serve un’occasione speciale per portare in tavola una buona torta,ma alle volte basta davvero poco per far rivivere nella mente delle persone delle emozioni davvero fortissime legate ad un piatto.
Grazie nonna,per questa torta e per tutto il resto,ti mando un abbraccio forte forte ovunque tu sia anche se so che ogni giorno sei qui accanto a me.

Read more

Minestra del Paradiso o Stracciatella

minestra del paradiso

Anche se la primavera sembra essere davvero arrivata con anticipo,oggi voglio condividere con voi un piatto della tradizione emilliana,uno di quei comfort food per eccellenza che da sempre fa parte delle tradizioni della mia famiglia.
La minestra del paradiso è conosciuta con questo nome soprattutto qui in Emilia,altrove è conosciuta come Stracciatella.
Questo è un piatto semplice,economico e adatto a grandi e piccini.
La ricetta per preparare questa pasta assomiglia tantissimo alla ricetta dei passatelli ma è molto più veloce e semplice.
Questo piatto fa parte della mia vita da sempre,in genere è il piatto che mamma prepara quasi ogni lunedì per pranzo perchè “bisogna finire il brodo di ieri” insomma è un piatto che fin da quando ero bambina ho sempre amato mangiare.
Ancora oggi quando lo prepara mi fa tornare alla mente me bambina,a pranzo dalla nonna che puntualmente mi chiedeva cosa volessi per pranzo ed io rispondevo sempre “la pasta ragia”,si perchè in famiglia viene chiamata così.
Questa è una pasta che sembra davvero fatta di nuvole,è leggerissima e si scioglie in bocca:provare per credere.

Read more

Gnocco fritto e crocchette di patate e salame Clai

gnocco fritto e crocchette di patate e salame

Proviamo a rientrare alla normalità dopo due giorni densi di emozioni,di abbracci ,di risate e con la felicità di scoprire che c’è davvero qualcuno con il cuore grande che crede in noi ed in tutto ciò che facciamo.
Mentre me ne stavo fuori per questo magico weekend con le amiche iFoodies,ecco che è finalmente arrivata l’ora anche della mia ricetta per il contest di Clai.
Come avete già potuto vedere qui su iFood,la mia proposta è stata semplice e genuina,ho voluto riportare in tavola tutta la mia terra e le mie origini quindi ho preparato queste buonissime mini crocchette alle patate e salame Ungherese e per concludere degnamente il nostro aperitivo anche del buonissimo e classicissimo gnocco fritto.
Godiamoci quindi insieme questo aperitivo sfizioso e goloso,onorando insieme questa grande azienda e la mia amata Emilia.
Read more

Cappelletti

cappelletti reggiani

Ed eccoci finalmente quasi alla fine del primo conto alla rovescia di queste feste…
Oggi anti-vigilia di Natale,che poi se non fosse che devo lavorare,sarei già nel pieno dello spirito natalizio che finalmente ha fatto capolino,complice un bel pomeriggio a preparare i piatti per Natale con zia,sorella e cugini.
Mancava lei,come mancherà tremendamente in questi giorni di festa che trascorreremo a casa sua,ma il fare tutto esattamente come lo ha sempre fatto lei,beh ci fa sentire un pò meno la sua mancanza e un pò di più il Natale.
Resta comunque una brutta sensazione quella che proviamo quando ci sediamo a tavola ed il suo posto resta vuoto,ma io sono sicura che la mia nonna ci guarda ed è fiera di noi.
Per coronare questo Natale,ho pensato di condividere con voi la più classica delle ricette della mia Emilia,un piatto che non si può non mangiare attraversando la via Emilia anche se quello di Modena è diverso da quello di Reggio che a sua volta è diverso da quello di Parma o di Bologna…conosciuti dai più come tortellini,per noi a Reggio Emilia sono i cappelletti.
Lunghi e un pò laboriosi da preparare ma già al primo assaggio capirete che ne è valsa la pena!
Io non vedo l’ora arrivi il giorno di Natale per sedermi a tavola con la mia famiglia e gustarmeli accompagnati da un ottimo brodo di carne.

 

Read more