pisarei e fasò
Cucina tipica emiliana Pasta fatta a mano

Pisarei e fasò

La settimana sta volgendo al termine e ci aspetterà un nuovo week-end,magari all’insegna di pranzi,cene e uscite con gli amici.
Qui in pianura padana da qualche giorno ci accompagna la nebbia ed un venticello che ti fa sentire freddo persino alle ossa,se lavorassi odierei queste giornate ma essendo a casa me le godo facendo il pieno di tè caldo,plaid e serie tv.
Per combattere poi il freddo ecco questo gustosissimo piatto,scoperto ad un corso di cucina con Daniele Persegani e subito riproposto in casa..un successo strepitoso e  devo dire che nelle giornate grigie ed un pò malinconiche è davvero un comfort food eccezionale.

 

Pisarei e fasò
 
Autore:
Tipo di ricetta: Primi piatti
Cuisine: Emiliana
Ingredienti
  • 170 gr di farina
  • 130 gr di pane grattugiato
  • 100 gr di acqua
  • 50 ml di latte
  • mezza cipolla tritata
  • 1 fetta di pancetta fresca
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 scatola di fagioli Borlotti
  • 150 gr di passata di pomodoro io ho utilizzato quella home made preparata la scorsa estate
  • 50 gr di parmiggiano reggiano
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • 30 ml di olio
  • un bicchiere di brodo vegetale di carne
Procedimento
  1. Iniziamo preparando la salsa:mettiamo a soffriggere la cipolla tritata con l'olio e un trito grossolano della pancetta.
  2. Unire il rosmarino legato con lo spago,in modo che gli aghi non restino nella nostra salsa,aggiungere i fagioli con la loro acqua di cottura.
  3. Sfumare con il vino,unire la salsa di pomodoro e un bicchiere di vino poi lasciare cuocere anche 3 ore a fuoco molto lento,mescolando di tanto in tanto.Più cuoce e più risulterà buono il sugo,evitate quindi di prepararlo se avete a disposizione solo una mezz'ora.
  4. Mentre la salsa cuoce,iniziamo a preparare i pisarei:portiamo a bollore l'acqua con il latte e su una spianatoia setacciamo la farina ed uniamo il pane.
  5. Creiamo una fontana e ci versiamo all'interno il liquido bollente che andremo a impastare inizialmente con una forchetta poi procederemo a mano.
  6. Ottenuto l'impasto,andiamo a creare delle bisce di pasta dalle quali strapperemo un pezzettino e premendolo contro il tagliere e facendolo rotolare otterremo un gnocchetto incavato ma chiuso su se stesso.
  7. Procediamo così per tutto l'impasto.
  8. Trascorso il tempo di cottura della salsa e terminato di creare i pisarei,andiamo a cuocerli in acqua salata e non appena vengono a galla li scoliamo e li mettiamo a cuocere 5 minuti nella salsa.
  9. Impiattiamo e serviamo con abbondante formaggio grattugiato.

 

pisarei e fasò

pisarei

pisarei e fasò

pisarei e fasò

Allora siete rimasti affascinati vero da questo godurioso piatto?
Se vi siete persi le altre ricette di Daniele Persegani che ho realizzato ecco qui sotto i link:
gnocchi di ricotta spiadinati con crescenza e rucola un primo piatto che mette in tavola tutto il gusto della romagna con la piadina
giardino croccante un ottimo contorno di verdure di stagione
cipolline borettane in agrodolce ottime per accompagnare un arrosto
coppe ai frutti di bosco un ottimo dessert sia estivo che invernale
le frittelle di mele perchè ad un buon fritto non si può mai dire di no
Ora non mi resta che augurare a tutti voi un felice week-end,speriamo all’insegna del sole e del bel tempo.
Infine come piccolo consiglio voglio ricordarvi di essere felici,almeno per 20 minuti al giorno ma se lo è per di più tanto meglio!!

 

You Might Also Like...

9 Comments

  • Reply
    Memole
    17 gennaio 2014 at 10:29

    Appetitosi!!!

  • Reply
    Beatrice Rossi
    17 gennaio 2014 at 10:50

    Buoni!!! Già si avvicina l'ora di pranzo, ma questi hanno proprio aperto una voragine!

  • Reply
    batù batuffolando
    17 gennaio 2014 at 11:15

    oh mamma che bontà! questi sono i piatti che preferisco altrochè nouvelle cousine!
    anche da noi in prov to nebbia che barba…

  • Reply
    Amelie
    17 gennaio 2014 at 12:41

    Mi intriga fare i pisarei a mano….
    grazie per la generosa offerta di questa ricetta
    amelie

  • Reply
    LisaG
    17 gennaio 2014 at 14:35

    Questo è proprio il piatto che vorrei sta sera, per rimediare a questo tempaccio da lupi !!!!! Brava come sempre barbara
    Baci

  • Reply
    TheSweetColours
    17 gennaio 2014 at 16:57

    Che spettacolo!

  • Reply
    In cucina con memole
    18 gennaio 2014 at 20:55

    waw,,, bravissima… devo rifarli assolutamente…. Buon week end… baci

  • Reply
    Daniela
    19 gennaio 2014 at 9:58

    Piatto tipico della mia città 🙂 Ne confeziono tantissimi proprio perchè sono facili, veloci e gustosi e sono sempre graditi da tutta la famiglia. Però il latte nella ricetta originale non c'è, solo acqua.
    Un bacio e buona domenica.

  • Reply
    Anonimo
    15 febbraio 2014 at 23:05

    Bellissima ricetta, ma con queste dosi quante porzioni vengono?
    Grazie e ciao da Giusy

Leave a Reply

Rate this recipe:  

CONSIGLIA Risotto al salto