Penne all’ubriaca

Io sono pronta a dare il via al week-end di fuoco con l’inizio dei saldi…ebbene per noi già da oggi ci sarà grande fermento per riprezzare tutta la merce e metterci avanti…sabato arriverà in un battibaleno.
Voi avete già addocchiato qualcosa da comprare?Sarete tra quelle che il primo giorno di saldo alle 8 del mattino sono già in posta fuori dai negozi oppure eviterete il caos dei primi giorni e andrete con calma magari settimana prossima?
Io credo che,se potessi,il grande caos lo eviterei proprio!!
Oggi dopo tanto tempo vi lascio la ricetta di un primo piatto…ultimamente scarseggiano un pò sul mio blog ma con il caldo in genere preferisco altre pietanze.
Questo piatto davvero ricco di sapore infatti l’ho preparato settimana scorsa approfittando dei giorni di fresco che ci sono stati.
Con grande soddisfazione mia e di chi lo ha mangiato,vi presento le mie penne all’ubriaca.

 

Penne all'ubriaca
 
Autore:
Tipo di ricetta: Primi piatti
Cuisine: Emiliana
Ingredienti
  • 300 gr di pasta tipo penne rigate
  • 2 salsicce
  • 1 confezione di speck a cubetti
  • 1 confezione di panna da cucina
  • 1 bottiglia di Lambrusco
  • olio
  • pepe macinato al momento
Procedimento
  1. Far cuocere la pasta con il vino al posto dell'acqua.
  2. In una padella a parte rosolare la salsiccia e lo speck con un filo di olio.
  3. Scolare la pasta,che intanto avrà assunto un colore marrone e mantecarla con lo speck e la salsiccia.
  4. Aggiungere la panna e mescolare bene a fuoco basso poi servire ben calda.
 

 

penna all'ubriaca

penne all'ubriaca




 

11 thoughts on “Penne all’ubriaca

  1. Ciao Barbara, qui i saldi sono già iniziati… martedì… e ieri ho preso qualcosina. Queste penne sono davvero invitanti, che fame mi è venuta! 😀 Complimenti e un abbraccio grande amica mia :**

  2. Ma sai che non ho mai cotto la pasta nel vino..chissà che buone..io poi adoro il Lambrusco 😛
    Di solito non sono di quelle che aspettano i saldi, se qualcosa mi piace me lo compro e tanti saluti..ma quest'anno niente shopping x me, risparmio a go go..con la riduzione del lavoro preferisco tenermi i soldi da parte magari x un viaggio ad ottobre quando avrò le ferie ^_*
    In bocca al lupo ^_^
    la zia Consu

  3. Ciao stella!! Io sono prontissima per i saldi dell'estate, siii ma magari non proprio alle 8 neh 🙂 La tua pasta è buonissima, ultimamente non ne sto più cucinando neanche io ma sai che l'adoro e il tuo condimento è stato subito inserito in lista, deve essere deliziosa! Buon weekend cara, io corro a lavoro e poi reeeelaxx 🙂 un bacione grande

  4. Ti ha mai detto nessuno che il tuo Blog è una fonte inesauribile di idee, leccornie e cose gustosissime? Sarà perché non ne ho mai seguito nessun altro, ma sono quasi allibito… Gli spiedini con olive e wurstel? E questa pasta bollita nel Lambrusco? Se ne avessi una bottiglia in casa, ci proverei subito… Prometto che ci provo, mi impegno e ti farò sapere… Ciao e grazie!

  5. Rieccomi qua con una richiesta che forse è inopportuna (e magari anche un po' stupida), ma quando ho dei dubbi preferisco sempre chiedere, anche a costo di fare la figura del "loco"… Sempre meglio che pestare oggetti indesiderati… Ma il Lambrusco che si deve usare al posto dell'acqua, va salato oppure no? A me sembrerebbe di no, però non si sa mai… Fammelo sapere tu, che sei la Madre di tutte queste ricette. Grazie e scusami ancora…
    PS – certo che fa un certo effetto leggere le tue ricette, che esordiscono sempre con un "Care amiche…" 🙂

    1. ciao Raul,prometto che cercherò di rimediare al mio "care amiche" al più presto!
      per quanto riguarda questa pasta io non ho inserito il sale dato che il condimento è già molto saporito di suo ma ovviamente è una scelta che varia a seconda dei gusti.

  6. Sono riuscito a misurarmi con le tue penne all'ubriaca… Devo dirti che credo di avere superato l'esame, nonostante le mie perplessità. Perplessità che si sono rivelate infondate, dal momento che si tratta di una ricetta veloce e tutto sommato semplice, ma squisitamente gustosa… Nel Lambrusco ci ho messo giusto un pizzico di sale (meno della metà di quello che avrei messo nell'acqua). L'unica cosa che mi ha turbato, è stato il colore delle penne dopo la cottura… Non erano marroni, come dicevi nelle tue spiegazioni, ma viola esattamente come il vino! Comunque non ha assolutamente influito sul sapore e sul gusto. Buonissime!!! Questo piatto balza prepotentemente al primo posto della mia "TOP FIVE RECIPES". Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe: